Tu sei qui

AT HOME: La casa sostenibile

Contenuto in: 
Tags: 

Gli alunni della classe 1C della scuola secondaria di primo grado hanno partecipato al concorso proposto dall’Ikea per promuovere comportamenti sostenibili e sensibilizzare sull’importanza delle scelte quotidiane, soprattutto nell’ambito abitativo, capaci di influenzare il benessere di oggi e di domani, con il progetto “Un giardino di “classe”…e uno di Istituto”. I docenti di scienze, di tecnologia e di sostegno hanno ritenuto molto interessante dare ai ragazzi la possibilità di integrare il programma svolto fino ad ora con un’attività pratica, stimolante e divertente allo stesso tempo. Cosa possiamo fare noi per ridurre la nostra impronta ecologica vivendo in modo più sostenibile? Una soluzione sostenibile prevede che un prodotto non più utilizzato abbia nuova vita tramite riparazione, riuso e riciclaggio. Il progetto proposto da Ikea si presentava proprio così: “LA BELLEZZA DI RICICLARE: COSTRUIAMO UN GIARDINO VERTICALE”. Riciclo e giardino. Avevamo appena fatto degli esperimenti per riconoscere i diversi tipi di terreno perché il nuovo argomento affrontato riguardava proprio le tecniche agronomiche. Quale occasione migliore per verificare praticamente quello che stavamo studiando e per abbellire la nostra aula? Il lavoro è stato talmente interessante e i ragazzi hanno partecipato con tale entusiasmo che si è deciso di coinvolgere anche le altre classi prime nella realizzazione di un altro giardino verticale che ha reso l’atrio della scuola molto più accogliente e…naturale. La presentazione del progetto può essere vista collegandosi a questo link: http://scuola.ikea.it/gallery. Di seguito invece il link per mettere "mi piace" sulle foto del nostro progetto (MI PIACE)

 

Sito realizzato e distribuito da Porte Aperte sul Web, Comunità di pratica per l'accessibilità dei siti scolastici, nell'ambito del Progetto "Un CMS per la scuola" - USR Lombardia.
Il modello di sito è rilasciato sotto licenza Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 3.0 Unported di Creative Commons.